Ubi, la procura chiede il processo per Bazoli e Massiah

MILANO – Il pm di Bergamo Fabio Pelosi ha insistito nella richiesta di rinvio a giudizio per 31 imputati (30 persone fisiche e la stessa banca) per il caso Ubi. La Procura, nel corso dell'udienza preliminare, ha chiesto il processo, tra gli altri, per il banchiere Giovanni Bazoli e per il consigliere delegato Victor Massiah.

Le accuse sono di ostacolo agli organismi di vigilanza e di presunte interferenze illecite in vista della formazione dell'assemblea del 2013. Quando la Procura di Bergamo ha chiuso le indagini su come veniva gestita la banca e su come si alternavano le cariche al potere, ha concluso con l'accusa che vi sarebbe stato un patto occulto tra i bergamaschi e i bresciani per influire sulle assemblee e sulle maggiori decisioni del gruppo.

LEGGI. L'incontro segreto con i soci bergamaschi

Il presidente emerito di Intesa Sanpaolo si è difeso dopo la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla procura di Bergamo: "Tutte le persone informate dei fatti conoscono i servizi che io ho reso al Paese e in particolare al sistema bancario italiano".

© Riproduzione riservata