Io, banchiere pentito di avervi venduto i derivati L’Economia gratis domani in edicola

Anche la finanza eccessivamente derivata inizia ad avere i suoi peniti. Jabar George Jabbour, 36 anni, un decennio fa lavorava a Goldman Sachs a Londra, nell’ufficio che disegnava strumenti complessi da vendere (anche) ai governi e agli enti locali europei. L’Economia, in edicola domani con il Corriere della Sera, pubblica un’intervista all’ex banchiere, oggi impegnato in una nuova attività consulenziale che gli permette di mettere in guardia istituzioni e privati rispetto all’assunzione di troppi rischi con questi strumenti. Jabbour racconta i meccanismi che hanno guidato il diffondersi dei derivati, che funzionano un po’ come le polizze anti incendio per la casa, e che quindi hanno una loro funzione positiva, ma che, a suo giudizio, vengono confezionati spesso in modo poco trasparente. Con un carico eccessivo di costi, per esempio, che crea un ulteriore problema etico se la controparte è un ente pubblico, e dunque un soggetto sensibile per quanto riguarda la buona o la cattiva gestione dei soldi dei contribuenti. «Il quadro è così difficile che la Corte dei Conti si è spinta a citare in giudizio quattro figure di vertice del Tesoro di oggi e del passato — i dirigenti Vincenzo La Via e Maria Cannata, gli ex ministri e direttori generali Domenico Siniscalco e Vittorio Grilli – con esorbitanti richieste per danno erariale», racconta ancora L’Economia. Una pretesa di indennizzi in sede civile a carico di singoli funzionari pubblici, nota Jabbour, che al momento resta unica nel mondo.

La corte dei miracoli

E ancora: in questi primi giorni di campagna elettorale fioccano le proposte acchiappa voti, che propongono di abolire qualche tassa o di riallargare le maglie delle pensioni pubbliche. Chi sono gli spin doctor che studiano i miracoli da proporre? Tra professori universitari,consulenti e responsabili di think tank si può fare una lista per ognuno dei principali schieramenti in campo.

La signora dell’economia circolare e mister Ripple

Tra i personaggi invece spiccano Giovanna Vitelli, la signora degli yacht Azimut Benetti, a cui è dedicata la copertina. Ma anche Chris Larsen, fondatore di Ripple, la criptovaluta alternativa al bitcoin che piace alle banche tradizionali. Oppure l’ex velista Ellen MacArthur, che ha fondato e guida l’omonima società, in grado di portare sui tavoli della Commissione Europea la novità dell’Economia circolare.

I «cani» di Piazza Affari

I conti in tasca ai Cani di Piazza Affari, i titoli ad alto rendimento selezionati utilizzando la strategia americana dei Dogs of the Dow: alla fine di ogni anno si scelgono i dieci titoli con la cedola più generosa e si tengono per 12 mesi. L’Economia presenta la nuova squadra e fa un bilancio dei risultati ottenuti dalla strategia. Nel 2017 ha vinto l’indice. Ma dal 2010 ad oggi la performance della «muta» tricolore è migliore di quella del mercato.

Agevolazioni fiscali, diretta online domani alle 16

Inoltre domani gli esperti di Ipsoa spiegano le principali novità fiscali della legge di bilancio, a cominciare dalle agevolazioni, in diretta su www.corriere.it alle 16.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGUI CORRIERE SU FACEBOOK