L’Africa a Trump: «Chiedi scusa: commenti razzisti e oltraggiosi»

Nello studio ovale

Pur ammettendo di aver usato «un linguaggio duro», Trump ha negato di aver mai usato l’espressione «shithole countries» riferendosi all’immigrazione africana, haitiana e salvadoregna, insulto che però è stato confermato da un democratico presente all’incontro che si era svolto a porte chiuse nello studio ovale della Casa Bianca.

L’amico di Martin Luther King

Durissima anche la presa di posizione del deputato della Georgia John Lewis, una delle icone viventi del movimento per i diritti civili americano, storico collaboratore e amico di Martin Luther King. Lewis ha dichiarato che boicotterà uno degli appuntamenti politici più importanti dell’anno, ovvero lo State of the Union, il discorso sullo stato della nazione che il presidente terrà il prossimo 30 gennaio al Congresso a camere riunite. «Secondo coscienza, non posso stare nella sua stessa stanza dopo quello che ha detto su tanti americani. Non posso, non sarei onesto con me stesso», ha dichiarato in Tv.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGUI CORRIERE SU FACEBOOK