‘Gli Incredibili’ alla conquista del mondo. Edna ha ancora la voce di Amanda Lear

Una giostra di emozioni, azione, avventura, battute e anche un po' di riflessione su temi contemporanei come la moltiplicazione degli schermi e il desiderio di delegare agli altri, in questo caso ai supereroi, la responsabilità di rimboccarsi le maniche. Gli incredibili tornano 14 anni dopo il primo capitolo e conquistano nuove generazioni di spettatori, il nuovo film di Brad Bird ha conquistato un record nel primo weekend di programmazione in Usa e ha già raccolto più di 780 milioni di dollari nel mondo. In Italia arriverà soltanto il 19 settembre ma nell'attesa si vedrà alla 48esima edizione del Giffoni Film Festival, che si terrà a Giffoni Valle Piana dal 20 al 28 luglio, con una proiezione speciale in lingua originale.

in riproduzione….

Se per gli spettatori che hanno conosciuto l'"incredibile" famiglia Parr sono passati quattordici anni per i nostri protagonisti non sono passati che pochi minuti. Quindi ritroviamo, elastigirl, mamma elastica, mr Incredible, il forzutissimo papà Bob, Violetta adolescente in crisi con una cotta per il compagno di classe, Flash il velocissimo figlio di mezzo e Jack Jack i cui superpoteri visti alla fine del primo capitolo dal pubblico non sono ancora a conoscenza dei genitori. Il film ricomincia quindi con i nostri alle prese con il terribile minatore, ultimo super cattivo della saga, che arriva dal sottosuolo con la sua trivella per derubare il caveau della banca. Come sempre i supereroi riusciranno a evitare morti e feriti ma lasceranno dietro di loro una scia di danni infinita che li porterà ancora una volta a cambiare casa. Questa volta però il programma di protezione dei supereroi non può che garantire quindici giorni in un motel. E così quando il miliardario Winston Deaver e l'eccentrica sorella inventrice Evelyn propongono ai Super di rimettersi in pista con l’obiettivo di convincere i governi di tutto il mondo a riabilitare i supereroi Elasti, Mr I. e l'amico Siberius non possono che accettare. Peccato però che i due fratelli per lanciare la campagna vogliano solo lei, Elasti, forte della sua alta redditività a basso impatto di danni. Col sorriso un po' tirato, ma in fondo al cuore combattuto tra il sostegno alla compagna e una certa invidia per la proposta, Bob la incoraggia: "Accetta, baderò io ai ragazzi".

in riproduzione….

E se Mr Incredibile non ha problemi a contrastare criminali e super cattivi ha invece una certa difficoltà a gestire la prole o meglio non ha dimestichezza, è sempre stata Helen a occuparsi di casa e figli mentre lui cercava di sbarcare il lunario come impiegato di un’agenzia assicurazione. Flash e i suoi compiti a casa ("la matematica non è un'opinione?!?") , Violetta e la sua crisi sentimentale e Jack Jack un bambino con mille risorse ma anche mille richieste. Ma Bob Parr, come la maggior parte dei padri modelli, non è tipo che molla la spugna e troverà il modo di "riuscire affinché lei riesca" come spiega all'amico Lucius.

in riproduzione….

E poi c'è un'amica a cui rivolgersi, la stilista Edna Mode, molto più che una modista, Edna è ingegnere, inventrice capace di coniugare eleganza e tecnologica e soprattutto di capire come disinnescare Jack Jack e trasformarlo nel più incredibile degli Incredibili. Edna anche in questo capitolo ha la voce di Amanda Lear, in un cast di doppiatori tutti nuovi (tra gli altri Bebe Vio, Tiberio Timperi e Orso Maria Guerrini): "Non ci speravo più – dice la cantante e attrice – con il successo del film mi aspettavo un 2 e un 3 e invece niente. Quando mi hanno chiamato in gran segreto per questo film sono stata contenta. Edna Mode è un grande personaggio anche se è un ruolo secondario visto che non ha super poteri, mi piace la novità di questo episodio in cui Edna è sempre la grande stilista mondiale ma tira fuori un lato tenero quando si occupa di Jack Jack".

Per il lavoro di doppiaggio Amanda Lear si è impegnata molto, in originale il personaggio di Edna è doppiata dallo stesso regista Brad Bird: "In americano lei parla con un lieve accento tedesco e molto rapidamente, sembra un po' fare una parodia di Karl Lagerfeld. Io però non sono un'imitratrice e quindi ho scelto di dare l'intenzione del carattere del personaggio ma usando la mia voce senza camuffamenti. Il bello, visto quanto piace il personaggio della piccola Edna, sarebbe creare una storia tutta per lei, magari anche un cortometraggio. Originalmente nel film doveva esserci una sfilata di moda nel film, avevo visto i disegni, poi l'hanno eliminata quella sequenza. Sarebbe bello vederla mentre fa il suo lavoro. Ma non fra quattordici anni…"