Un freno al lavoro nei giorni festivi: ecco la proposta di legge del governo

L'articolato presentato in Parlamento dal sottosegretario allo Sviluppo Economico, Davide Crippa. Superata la liberalizzazione del decreto Monti. Tetto del 25% a domeniche e festivi, turnazione tra le varie zone dello stesso territorio. Nuove regole anche per lo shopping online.

di MARCO PATUCCHI

ROMA – Il governo mette mano al lavoro nei giorni festivi. E lo fa riportando le lancette indietro, alle regole che esistevano prima del decreto Monti che ha di fatto liberalizzato la materia. E' stata depositata in Parlamento una proposta di legge a firma del sottosegretario allo Sviluppo Economico, Davide Crippa, che in sostanza reintroduce un tetto del 25% ai giorni festivi e alle domenica nei quali sarà consentito aprire ongi tipo di esercizio commerciale. La proposta riconsegna agli enti locali il "governo" della materia, prevedendo inoltre la turnazione tra vari quadranti in ogni singolo territorio. Esclusi dalla riforma i Comuni turistici, mentre anche lo shopping online verrà regolamentato, consentendo sì l'acquisto nei giorni festivi, ma spostando la lavorazione dell'ordine (se effettuata in Italia) nei successivi giorni feriali. Di questa proposta si è parlato durante un incontro tra il sottosegretario al Lavoro, Cominardi, e i sindacati Cobas: "Una discussione approfondita che ci lascia soddisfatti", sottolinea Francesco Iacovone, dell'esecutivo nazionale Cobas.

© Riproduzione riservata