Forza Italia, Berlusconi: “Azione di governo confusa e contraddittoria, 5Stelle schiavi di ideologia di sinistra”

Il leader di Forza Italia interviene al telefono agli Stati generali del partito in corso a Pescara. E il suo è un furioso attacco ai 5Stelle e più in generale al governo. In particolare sull'economia. "L'azione del governo nazionale è confusa e contraddittoria, ci sono provvedimenti dannosi sia per le aziende sia per i lavoratori". Naturalmente il Cavaliere se la prende in particolare con il suo bersaglio preferito, il Movimento 5 Stelle, piuttosto che con lo "strano" alleato leghista: con il decreto dignità – dice – "i Cinque Stelle confermano non solo di essere del tutto inadatti e incapaci di governare, ma anche di essere prigionieri delle vecchie ideologie della sinistra, che anche la sinistra ha ormai abbandonato. Quindi di tutto l'Italia avrebbe bisogno meno che di politiche veterocomuniste, pauperiste, giustizialiste, illiberali, che già stanno dando effetti preoccupanti". E poi promette "una dura battaglia in Parlamento sui temi economici e del lavoro". Aggiungendo: "Speriamo, con tutto l'aiuto del centrodestra, di riuscire a correggere la rotta di questo esecutivo". Insomma, spera di poter fare asse con la Lega contro i grillini per orientare la politica dell'esecutivo gialloverde. A guidare i lavori – per la prima volta nel ruolo di vicepresidente – è Antonio Tajani. Anche su questo Berlusconi si pronuncia: "La nomina di Tajani a vice mio è un atto politico dal significato molto chiaro, siamo e vogliamo restare parte integrante dell'Europa, parte integrante del Ppe, della famiglia, della democrazia e della libertà in Europa". Insomma, la riconferma – da parte di Berlusconi – della scelta di campo europea contro la deriva sovranista dell'alleato leghista.
© Riproduzione riservata