Bundesliga, B. Dortmund-Bayern Monaco 3-2: doppietta di Lewandowski e Reus. La decide Paco Alcacer

L'esultanza dei giocatori del Dortmund al gol del 3-2 di Paco Alcacer. Getty

L’esultanza dei giocatori del Dortmund al gol del 3-2 di Paco Alcacer. Getty

Emozioni, gol, polemiche e tante occasioni sbagliate. Con una rete annullata al 95′. In Borussia Dortmund-Bayern Monaco, posticipo della 18esima giornata di Bundesliga, è successo davvero di tutto. La notizia più importante della giornata, però, è che il campionato è effettivamente aperto. I gialloneri di Favre hanno dimostrato di potersela giocare alla pari con i bavaresi. Probabilmente non solo nello scontro diretto. Il Dortmund si è imposto per 3-2 grazie alla doppietta di Reus (49′ su rigore e 67′) e al gol di Alcacer (73′). Inutile la doppietta di Lewandowski (26′ e 56′). Il Bayern è quindi terzo in classifica a -7 dal Borussia Dortmund primo e a -3 dal Borussia Moenchengladbach secondo. Il Bayern, che oggi, specie nel primo tempo, si è mostrato pimpante e propositivo come non accadeva da oltre un mese, è stato battuto dalla freschezza atletica e dalla sfrontatezza dei ragazzi di Favre. Sancho e Reus si sono rivelati troppo veloci per la non impeccabile difesa bavarese.

LA GARA —
Il canovaccio della partita è subito chiaro: il Bayern attacca, il Dortmund parte in contropiede con le accelerazioni di Sancho, Reus, Götze e Bruun Larsen. Proprio così i gialloneri riescono a creare la prima, colossale, palla gol al 10′: su rilancio di Hitz, Reus si trova solo contro Neuer dopo una corsa di 30 metri ma spreca sparando addosso al portiere. Al 18′ ci prova Ribery, ma calcia sopra la porta giallonera. Al 26′ il Bayern passa: su cross di Gnabry è Lewandowski, in tuffo, a battere Hitz di testa. Il gol sembra dare fiducia agli ospiti e spegnere l’entusiasmo del Dortmund: al 34′ è Ribery a saltare Piszczek e calciare in porta, ma Hitz si supera. L’intervallo arriva al momento giusto per i gialloneri che iniziano la ripresa attaccando a testa bassa. Al 48′ Sancho lancia Reus in profondità, il capitano del Borussia sbatte su Neuer e per l’arbitro è rigore (dubbio). È lo stesso Reus, dagli 11 metri, a realizzare l’1-1. Già al 53′ arriva però la risposta del Bayern: Kimmich raggiunge la linea di fondo campo e serve Lewandowski che da dentro l’area piccola non ha problemi a segnare il 2-1. Al 59′, su intuizione di Sancho, Reus calcia a botta sicura, ma Kimmich salva sulla linea. Al 62′ è ancora Sancho a creare problemi alla retroguardia bavarese rubando palla a Hummels e partendo in contropiede: dopo aver aggirato Neuer l’ex City serve il pallone a Sancho che però spreca. Al 67′ arriva, meritatissimo, il pareggio di Reus, che con una girata al volo sfrutta perfettamente un bel cross di Piszczek. Al 73′ arriva perfino il 3-2: è Witsel a rubare palla e a lanciare Alcacer che, solo contro Neuer, batte il portiere bavarese in uscita. Nel finale il Bayern prova a riversarsi in attacco e trova il 3-3 al 94′: su assist di Kimmich è ancora Lewandowski, di tacco, a battere Hitz. Neanche il tempo di esultare però che il guardalinee alza la bandierina e segnala il fuorigioco. Gol annullato, il Bayern resta a -7.

CURIOSITÀ —
Era dall’aprile del 2012 che il Dortmund non si presentava allo scontro diretto col Bayern stando sopra in classifica. Solo in una delle ultime undici partite casalinghe contro i bavaresi il Borussia aveva segnato più di un gol. È il quattordicesimo gol di Lewandowski da ex. Con 33 gol realizzati il Dortmund ha il miglior attacco del campionato, il Bayern, a quota 20, è quinto in questa particolare classifica. I gialloneri hanno segnato di più perfino considerando solo i secondi tempi (21 reti).

LE ALTRE —
Dilaga il Borussia Moenchengladbach, che batte 3-1 il Werder a Brema con tripletta di Plea, attualmente capocannoniere del torneo con 8 centri. I Fohlen sono secondi a -4 dal Dortmund. Si rialza il Dusseldorf, che batte 4-1 l’Hertha Berlino. Il Mainz vince 3-1 in casa del Friburgo, mentre lo Stoccarda si rilancia imponendosi per 2-0 nello scontro diretto a Norimberga. Bene l’Hoffenheim, che batte 2-1 l’Augsburg.