Junior: "Allan avrà sempre più spazio in nazionale se giocherà con continuità"

La finestra di Leo Junior sul calcio italiano è sempre aperta. Non si perde una partita l’ex centrocampista brasiliano, in campo nel Mondiale di Spagna ’82 e in Italia con Torino e Pescara. «Mi ha impressionato il Napoli nella ripresa contro il Psg perché Carletto l’ha sistemato bene dopo le sofferenze del primo tempo. Poteva vincere», ha detto ieri sera all’emittente umbra Radio Onda Libera. I brasiliani d’Italia, anche quelli passati di qui, li conosce a fondo: «Allan avrà sempre più spazio in Nazionale se riuscirà a giocare con continuità. E’ uno che difende bene, s’inserisce e ha un buon lancio. Jorginho e Alisson sono diventati più maturi grazie al vostro campionato, come del resto è successo a me anche se arrivai già 30enne. Jorginho si è adattato subito alla Premier seguendo Sarri».  
Le quattro italiane lanciate in Champions sono la riscossa dopo l’esclusione dal Mondiale? «Quello purtroppo non si cancella e l’Italia è mancata parecchio anche a noi brasiliani».