Probabili formazioni: il ritorno di Hiljemark e Veloso dal primo minuto

Hiljemark
Oscaro Hiljemark (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Perso Sandro almeno per venti giorni, Juric ha pensato a Hiljemark per rimodellare il centrocampo del Genoa. Il Napoli è una squadra densa di tecnica, capace di far male in ogni modo, e con una panchina eccezionale. Non ci sono dubbi, per struttura e competenze sono loro l’anti-Juve del campionato. Il Grifone spera di tendere una trappola perfetta: un risultato positivo darebbe entusiasmo all’ambiente, soprattutto in vista del derby del 25 novembre.

DIFESA – Juric recupera Criscito dopo la squalifica scontata contro l’Inter. La mancanza del capitano si è sentita, com’era logico aspettarsi, ma una sua eventuale presenza non avrebbe scongiurato la manita nerazzurra. Al centro della difesa Romero e sul centrodestra Biraschi.

CENTROCAMPO – Qui i principali nodi della vigilia. L’infortunio di Sandro obbliga Juric a inserire Veloso dal primo minuto in qualità di metodista. Le mezz’ali che agiranno di fianco al portoghese saranno Hiljemark e Bessa: due interpreti con caratteristiche diverse, incontrista il primo, più offensivo e tecnico il secondo. I tornanti di centrocampo sono Romulo (ritorno al vecchio ruolo di fascia) e Lazovic, titolare sul centrosinistra per mancanza assoluta di alternative.

ATTACCO – Pandev siederà ancora una volta in panchina ma non è affatto scluso un suo impiego nel secondo tempo. Mister Juric gli preferirà nuovamente la freschezza atletica di Kouamé e Piatek. Il Pistolero del Genoa è chiamato al gol dopo tre partite e mezza a secco.

Genoa (3-5-2): Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Romulo, Hiljemark, Veloso, Bessa, Lazovic; Kouamé, Piatek. All. Juric

Napoli (4-4-2): Ospina; Malcuit, Albiol, Koulibay, Rui; Callejon, Rog, Hamsik, Zielinski; Milik, Insigne. All. Ancelotti

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.