A processo il sistema Montante: rinviati a giudizio 12 imputati

A processo 12 imputati dell'inchiesta "Double Face" sul sistema Montante. Il gup Graziella Luparello ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio del procuratore capo di Caltanissetta Amedeo Bertone e dei pm Gabriele Paci, Stefano Luciani e Maurizio Bonaccorso. In aula il 17 dicembre ci saranno il sindacalista della Cisl Maurizio Bernava; Andrea e Salvatore Calì, titolari di un'azienda che avrebbe effettuato bonifiche negli uffici di Montante; Rosetta Cangialosi e Carmela Giardina, collaboratrici di Montante; il colonnello dei carabinieri Giuseppe D'Agata; Salvatore Graceffa, sovrintendente a Palermo della polizia; Carlo La Rotonda, direttore di Reti d'Imprese di Confindustria; l'ufficiale della Guardia di Finanza, Ettore Orfanello; Vincenzo Mistretta, indicata come persona vicina a Montante che avrebbe cercato di contattare persone che dovevano essere ascoltate dalla Procura; l'allora comandante del reparto operativo dei carabinieri di Caltanissetta, Letterio Romeo e Mario Sanfilippo appartenente al nucleo di polizia tributaria di Caltanissetta. 

Antonello Montante, ex presidente di Sicindustria, è accusato di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione con altri imputati. Secondo la Procura nissena, Montante, per anni ritenuto paladino dell'antimafia, avrebbe fatto parte di una vera e propria rete di 'spionaggio' con lo scopo di avere notizie sulle indagini della magistratura a suo carico. Verrà giudicato con il rito abbreviato. La richiesta avanzata dai suoi legali, gli avvocati Nino Caleca e Giuseppe Panepinto, è stata accolta dal gup Graziella Luparello. Con l'abbreviato Montante potrà usufruire di uno sconto di un terzo della pena. Abbreviato anche per Andrea Grassi, dirigente dello Sco.

L'arresto di Montante