Baby gang picchia due studenti, uno è molto grave all'ospedale

Studenti nella vita, rapinatori nel tempo libero. La notte scorsa, intorno alle 2, sei studenti, quattro minorenni di 16 e 17 anni e due neomaggiorenni, sono stati arrestati in pieno centro a Torino per rapina aggravata e lesioni, ma l’ipotesi è che non siano gli unici raid notturni della banda. In piazza Maria Teresa i sei hanno minacciato un 22enne con cocci di vetro, lo hanno preso a calci e pugni, rubando il cellulare poi restituito dai militari. La stessa cosa hanno fatto nei confronti di un 21enne che è stato colpito violentemente al volto. Il giovane è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Gradenigo. 
 
Quando i carabinieri del nucleo operativo della Compagnia San Carlo sono intervenuti in piazza prima delle diverse segnalazioni di cittadini che si sono spaventati per le urla, i due ragazzi erano ancora a terra, accerchiati dalla banda. I sei, due brasiliani, due della Costa d’Avorio, un italiano di origini africane e un marocchino, tutti nati in Italia appartengono a famiglie normali. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, alla base dei raid notturni non ci sarebbero altri motivi se non la noia e la ricerca delle emozioni a tutti costi. Il giovane ricoverato ha riportato ferite a occhio sinistro, volto, testa e collo. Era intervenuto per aiutare l’amico che si era avvicinato al gruppo per chiedere una sigaretta ed è stato picchiato e derubato. Quando è andato per aiutarlo gli hanno detto “vuoi vedere che facciamo il cellulare anche a te?”. E si sono accaniti con calci e pugni mentre uno della baby gang si è allontanato per  prendere i cocci di vetro.
 

© Riproduzione riservata