Centese Calcio dà il benvenuto a Edoardo Carpeggiani

Nuovo importante acquisto in casa Centese Calcio. Si tratta di Edoardo Carpeggiani, giocatore piacevolmente noto nel calcio dilettantistico, che nelle ultime tre stagioni in promozione nel modenese ha disputato più di 50 partite e segnato dieci reti.

Innanzitutto benvenuto, qual è il motivo del tuo arrivo a Cento?

Sicuramente un po’ per rilanciarmi da stagioni non troppo brillanti in termini di performance. Vorrei tornare a realizzare più reti e ottenere risultati positivi. L’ultimo anno ho vissuto una retrocessione che ha fatto mancare un po’ di stimoli quindi Cento, che invece viene da più promozioni, mi sembrava il posto giusto per mettersi di nuovo alla prova.

Ti stai già allenando con la squadra da qualche settimana, come ti trovi? Una prima impressione sul gruppo e sullo staff tecnico?

Staff tecnico assolutamente professionale con il quale si può lavorare veramente bene. Il gruppo mi sembra molto buono, sin da subito mi sono inserito bene nelle dinamiche. L’ambiente è sicuramente caldo, anche perché Cento non è un paese ma ha già dimensioni più da città, cosa che sicuramente crea stimoli in più anche per i giocatori.

Sei indiscutibilmente un giocatore navigato e importante per la categoria, hai disputato più di quaranta partite in prima categoria a Bevilacqua dove hai segnato 34 reti, quale ruolo pensi di poter ricoprire in questa squadra e che apporto puoi portare nel campionato della centese?

Innanzitutto devo rimettermi in gioco quindi sarò pienamente a disposizione di squadra e mister, quest’ultimo che seguirò con molto attenzione. Per il resto non mi preoccupo, penso che allenamenti e impegno faranno venire le cose da sé e sarò in grado si raccoglierne i frutti.

Sicuramente arrivi in un momento dove la posizione in classifica non è quella sperata, pensi che questa squadra, allestita con una rosa di tutto rispetto, meriti di stare altrove?

Indubbiamente sì, siamo un cantiere aperto e la squadra si sta ancora formando in termini di identità. I risultati non sorridono ma ci stiamo riprendendo, piano piano sono certo che ci toglieremo le soddisfazioni che meritiamo. Ho già giocato con Zingaro e Petrone, diverse sfide contro Neri ed altri giocatori; riconosco in tutti loro grande valore e mi fa piacere indossare la loro stessa divisa.

Ultime due battute: quando sarai ufficialmente disponibile per calcare il prato del Loris Bulgarelli? Un auspicio per la nuova avventura che stai per affrontare?

Disponibile a partire dalla prima domenica di dicembre. Spero di contribuire in maniera importante per chiudere al meglio il girone di andata così da iniziare gennaio con una prospettiva diversa rispetto a quella attuale.