Il maltempo a Mazara, è il momento della conta dei danni

 In corso di verifica la quantificazione dei danni causati dalle abbondanti piogge cadute nelle scorse ore su Mazara del Vallo. Danni ingenti si sono verificati nel fiume Mazaro, acuiti dai mancati interventi di escavazione del porto canale da parte della Regione, che è stata diffidata dal Comune.

Una decina di piccole imbarcazioni risulterebbero affondate, mentre altre avrebbero subito gravi danni, una stima dei quali potrà essere fatta nelle prossime ore in collaborazione con la Capitaneria di Porto.

Il Comune ha allestito nella sala operativa dell’Autoparco comunale la centrale operativa di Protezione Civile. I tecnici comunali sono al lavoro, con Polizia Municipale e Protezione Civile, per la stima dei danni e la verifica delle condizioni di strade e strutture.

Non si registrano danni a persone. Sono sei in totale gli sfollati, che in attesa di verifiche nelle proprie abitazioni ubicate nei pressi della via Tevere, sono stati sistemati provvisoriamente in un B&B dal personale di Polizia Municipale. Tra gli interventi effettuati anche la messa in sicurezza di tre persone da parte dei Vigili del Fuoco in un’abitazione di via delle Latomie.

Oltre agli ingenti danni nel fiume Mazaro, sono già stati monitorati il depuratore comunale di Bocca Arena, i cui danni ammonterebbero a circa 30 mila euro ed il depuratore di Mazara Due che è stato semidistrutto ed i cui danni supererebbero i 200 mila euro.

Per il resto, si sono registrati alcuni allagamenti ora rientrati.

La Protezione Civile ha diramato l’allerta meteo arancione fino alle ore 24. I bollettini aggiornati sono visibili nel link della Protezione Civile del portale istituzionale: http://www.comune.mazaradelvallo.tp.it/portale-informazioni/servizi-e-uffici/polizia-municipale/protezione-civile-ed-eliporto