Premier League: i risultati della dodicesima giornata

CARDIFF-BRIGHTON 2-1
6′ Dunk (B), 28′ Paterson (C), 90′ Bamba (C)

Vittoria importantissima per il Cardiff, che nella gara che ha aperto il dodicesimo turno di Premier League ha superato in extremis il Brighton. Decisiva la rete di Bamba a tempo quasi scaduto, che ha così permesso al Cardiff di ribaltare l’iniziale vantaggio avversario siglato da Dunk (nel mezzo il pareggio di Paterson) e di abbandonare l’ultimo posto in classifica. La squadra di Warnock sale al terzultimo posto a quota 8 punti, mentre il Brighton – alla seconda sconfitta di fila – resta ferma a 14 punti, comunque con un buon margine sulla zona retrocessione.

LEICESTER-BURNLEY 0-0

Clima di commozione assoluta al King Power Stadium, dove il Leicester è sceso in campo per la prima volta in casa dopo la tragica scomparsa del presidente Vichai Srivaddhanaprabha. Tantissime emozioni sugli spalti, meno sul terreno di gioco, con le Foxes che non sono riuscite ad andare oltre lo 0-0 contro il Burnley. Situazione di equilibrio totale per le due squadre, che hanno chiuso con un pareggio utile a muovere la classifica. Il Leicester resta stabile a metà della graduatoria con 17 punti, mentre il Burnley – reduce da tre ko consecutivi – sale a quota 9, a una lunghezza di vantaggio sulla zona retrocessione.

HUDDERSFIELD-WEST HAM 1-1
6’ Pritchard (H), 74’ Felipe Anderson (W)

Una vittoria cullata a lungo dall’Huddersfield, che alla fine però si è dovuto accontentare soltanto di un pareggio contro il West Ham. In vantaggio dopo pochi minuti grazie alla bella azione finalizzata da Alex Pritchard, la squadra di Wagner ha tenuto a lungo, prima di cedere nella ripresa alla maggiore qualità degli uomini di Pellegrini. A firmare il pareggio per gli Hammers una vecchia conoscenza del calcio italiano, Felipe Andreson: conclusione potente del brasiliano ex Lazio e risultato finale fissato sull’1-1. L’Huddersfield resta così in piena zona rossa, al penultimo posto con 7 punti, mentre il West Ham rimane stabile in tredicesima piazza con 12 punti.

NEWCASTLE-BOURNEMOUTH 2-1

7’, 40’ Rondon (N), 45’ Lerma (B)

Succede tutto nel primo tempo tra Newcastle e Bournemouth, che al St. James’s Park hanno dato vita a una gara particolarmente divertente. Mattatore di giornata Rondon, grande protagonista con la doppietta decisiva per la squadra di Rafa Benitez: a nulla è servita la rete di Lerma sul finale della prima frazione di gioco, nella ripresa il risultato è rimasto inalterato. Con questo successo il Newcastle fa un balzo importante in zona salvezza, mentre il Bournemouth, nonostante il ko, rimane in zona Europa.

SOUTHAMPTON-WATFORD 1-1
20’ Gabbiadini (S), 82’ Holebas (W)

Non è bastata al Southampton la prima rete in questo campionato di Manolo Gabbiadini per avere la meglio del Watford, che sul finale ha pareggiato i conti grazie a una gran botta di un’altra vecchia conoscenza della Serie A, l’ex terzino della Roma Holebas. Per i Saints, 8 punti, situazione di classifica ancora complicata, il Watford invece rimane a ridosso delle big.

CRYSTAL PALACE-TOTTENHAM 0-1
66′ Foyth (T)

La zampata di Juan Foyth poco dopo l’ora di gioco permette al Tottenham di conquistare tre punti importantissimi a Selhurst Park nell’ultima gara di questo sabato di Premier League. Vittoria fondamentale per gli Spurs di Pochettino, che in attesa delle altre big – impegnate domenica 11 novembre – si trova adesso a quota 27 punti insieme a Chelsea e Liverpool, ad appena due lunghezze dal Manchester City capolista. Il Palace resta invece nelle zone basse della classifica con appena 8 punti.