San Giovanni Rotondo è tra i Borghi Autentici d'Italia


Economia

/

San Giovanni Rotondo







Il comune garganico entra a far parte dell’associazione che riunisce piccoli e medi Comuni, con l’obiettivo di garantire un modello di sviluppo nel rispetto dei luoghi e delle identità locali. E’ il 18^ in Capitanata







San Giovanni Rotondo potrà utilizzare logo e riferimenti dell’associazione Borghi Autentici d’Italia, che riunisce i piccoli e medi Comuni, con l’obiettivo di garantire un modello di sviluppo armonioso e sostenibile, favorendo il rispetto dei luoghi e valorizzando le identità locali. Una mission che ha come punto di riferimento la qualità della vita nei borghi, intesi come luoghi da vivere e sostenere.

«È un ulteriore tassello che aggiungiamo a un concetto di sviluppo sempre attento alle esigenze territoriali. L’adesione all’Associazione Borghi Autentici rappresenta l’opportunità di interagire con realtà locali vicine e lontane che portano avanti stessi concetti di crescita economica e benessere della comunità. San Giovanni Rotondo deve riscoprire antichi valori, profonde radici identitarie, stretti rapporti con il territorio. Abbiamo necessità anche di rivedere atteggiamenti e convinzioni che hanno mortificato le nostre più autentiche aspirazioni e affossato opportunità di sviluppo attente ad abbattere il consumo di territorio, favorendo allo stesso tempo interscambi istituzionali, vista la sempre crescente necessità di programmazioni allargate ad altre realtà territoriali», evidenzia il sindaco Costanzo Cascavilla.

San Giovanni Rotondo è il 18° Comune della Provincia di Foggia ad aderire all’Associazione.

L’adesione del comune garganico è un ribadire la volontà di avviare azioni progettuali di sviluppo strategico che puntano alla riscoperta e riqualificazione della propria identità, che si manifesta “nelle pieghe originali della sua storia, nelle tradizioni dei luoghi, nella loro conformazione morfologica espressa nel paesaggio, nella cultura produttiva artigianale; ossia, nel proprio modo di vivere.” In sostanza gli associati “si propongono di concorrere a qualificare le azioni previste sul territorio finalizzate ad attivare processi di cambiamento e contribuire a innalzare il livello di qualità della vita delle stare, vivere e lavorare in un determinato luogo.”