Volley, Miriam Sylla: “Paola Egonu, la mia sorella minore. Il coming out? Giusto. Ora pronta per sfidarla”


















Questa sera si giocherà la Supercoppa Italiana 2018 di volley femminile, Novara e Conegliano si affronteranno al PalaVerde di Treviso nell’ennesimo confronto tra queste due squadre che attualmente sono le migliori del nostro panorama. In campo si fronteggeranno anche Paola Egonu e Miriam Sylla, compagne con l’Italia che ha conquistato l’argento ai Mondiali e ora avversarie con i rispettivi club.

La schiacciatrice delle Pantere ha rilasciato un’intervista a Repubblica parlando anche del suo rapporto con l’opposto della Igor: “Considero Paola la mia sorella minore, tanto che non di rado mi capita di cazziarla perché ci vogliamo molto bene e abbiamo un grande rapporto. Da avversaria sarà un enorme problema da gestire, sai che dalle sue mani passeranno tutti i palloni importanti e sai che devi marcarla praticamente a uomo, come nel calcio. Sarà una partita speciale, ancora di più perché assegna un trofeo. Io sono appena arrivata a Conegliano e già mi gioco qualcosa di importante“.


Settimana scorsa la Egonu ha fatto coming out e Sylla ha commentato in questo modo: “La vedo una cosa normalissima, semplicissima, soprattutto giusta. Non è normale l’attenzione quasi morbosa che si è scatenata intorno a questa dichiarazione, il circo che è nato. Denota la grande arretratezza del nostro Paese su certi argomenti. In Italia per far accettare una cosa così bisogna dare delle spiegazioni. Finché continueremo a considerare eccezionale la normale espressione di un sentimento e il suo renderlo pubblico allora non andremo lontano, resteremo piccoli“.

Sicuramente qualcosa è cambiato in Italia dopo l’argento ai Mondiali:Mi sembra tutto molto più grande, parlo della passione, dell’entusiasmo nei palazzetti, intorno a noi. L’abbiamo sperimentato appena tornate in Italia, appena messo piede giù dalla scaletta dell’aereo. Lì abbiamo capito di aver fatto qualcosa di davvero unico. La popolarità? La useremo per portare alla pallavolo tante ragazze, il nostro Mondiale deve servire a questo“.

Il martello è alla sua prima stagione con Conegliano: “Mi trovo molto bene, anche se ci vivo da pochissimi giorni. Sto provando a conoscere la città, ma di tempo libero ne ho avuto ben poco tra allenamenti e tutto il resto. Ho girato molto l’Italia, sono abituata ad abituarmi alle novità. Voglio fare bene in una squadra già molto forte, voglio affermarmi“.



Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina FacebookClicca qui per iscriverti al nostro gruppoClicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo