Bundesliga, il Bayern Monaco ora sembra tornato. Al Dortmund il derby

La festa del Bayern. Afp

La festa del Bayern. Afp

Ora il Bayern Monaco sembra tornato per davvero. E basta questo per mettere pressione al Borussia Dortmund, nonostante i 9 punti di vantaggio in classifica. La squadra di Kovac vince 3-0 contro il Norimberga nel 14esimo turno della Bundesliga grazie ai gol di Lewandowski (doppietta al 9′ e al 27′) e Ribery (57′), e, attualmente seconda (in attesa della partita del Gladbach) manda un segnale ai gialloneri: a Monaco nessuno ha rinunciato al titolo. Per intensità e convinzione, benché l’avversario odierno non fosse di grande caratura, questo Bayern sembra molto diverso rispetto a quello della prima parte di stagione.

LA GARA —
Kovac ha confermato per intero la squadra che settimana scorsa ha vinto 2-1 contro il Werder Brema. Un particolare non di poco conto: i bavaresi erano infatti scontenti per il turnover estremo praticato dal tecnico nei primi mesi di stagione. I veterani volevano maggior spazio e da quando si è arrivati al compromesso il Bayern ha vinto tre partite (Benfica in Champions, Werder e Norimberga) segnando 10 gol e incassandone appena 2. Müller ha quindi trovato spazio dietro a Lewandowski nella sua posizione preferita, con Ribery largo a sinistra e Gnabry (Robben è infortunato) a destra. Il Bayern domina fin dai primi minuti, mettendo in difficoltà il Norimberga sugli esterni. All’8′ Kimmich lancia Ribery che arriva alla conclusione e guadagna un angolo. Dalla bandierina è proprio Kimmich a pescare Lewandowski che anticipa Bredlow e fa 1-0 di testa. Al 15′ Ribery, scatenato, supera quattro avversari e calcia verso la porta avversaria, colpendo però il palo. Al 27′ il Bayern raddoppia: dopo un errore in fase di impostazione del Norimberga Goretzka calcia dal limite, il pallone sbatte sulla traversa e finisce sui piedi di Lewandowski che da due passi la ribadisce in porta per il 2-0. Al 39′ il polacco sfiora la tripletta con un bel tiro al volo che esce di poco.

LA RIPRESA —
Nemmeno nel secondo tempo il Bayern alza il piede dall’acceleratore: dopo meno di un minuto Lewandowski serve Kimmich di tacco, il tedesco calcia dal limite e vede negarsi il gol da una grande parata di Bredlow. Al 57′ arriva, meritatissimo, anche il 3-0: il rinvio del portiere del Norimberga è sbagliato e Gnabry, dopo aver scambiato con Müller, si ritrova solo contro Bredow: l’estremo difensore ospite para la prima conclusione, ma si deve arrendere sulla ribattuta di Ribery. Da quel momento la squadra di Kovac gestisce il vantaggio, senza affondare più, eccezion fatta per un destro di Kimmich che prende la traversa al 90′. Il segnale però è chiaro: il Bayern è ripartito.

CURIOSITÀ —
Lewandowski non segnava in casa in partite di Bundesliga dallo scorso 24 agosto (contro l’Hoffenheim). Con quella odierna il polacco ha realizzato 42 doppiette nel massimo campionato tedesco, solo Gerd Müller ne ha fatte di più (55). Proprio contro il Norimberga Kovac ha ottenuto il suo primo grande traguardo da allenatore salvando l’Eintracht dalla retrocessione nello spareggio nel 2016.

LE ALTRE —
Vince senza incantare il Borussia Dortmund, che batte lo Schalke per 2-1 in trasferta con i gol di Delaney e Sancho. I gialloneri hanno dominato l’incontro, senza però creare tutte le occasioni alle quali hanno ormai abituato. Crolla il Lipsia, battuto 3-0 dal Friburgo. In una sola partita la squadra controllata dalla RB ha incassato tanti gol quanti nelle precedenti 10 di campionato. Il Leverkusen vince 1-0 contro l’Augsburg, l’Hoffenheim non va oltre il 2-2 contro il Wolfsburg.