Polonia:attivisti respinti a rally clima

(ANSA) – VARSAVIA, 8 DIC – Circa 160 attivisti ecologici
stranieri diretti a Katowice nel sud della Polonia per
partecipare alla ‘Marcia per il clima’ organizzata in
concomitanza con la Conferenza climatica COP24 sono stati
rimandati indietro alla frontiera.
   
Lo rendono noto i media locali precisando che fra i respinti
ci sono attivisti da Georgia, Ucraina, Belgio. Secondo il
quotidiano Gazeta Wyborcza, prima della manifestazione non
violenta, promossa dalle varie organizzazioni per la difesa
dell’ambiente e del clima polacche nella capitale della regione
Alta Silesia, sono stati fermati anche alcuni attivisti locali.
   
Nonostante questo la marcia, con lo slogan “Svegliatevi
politici, è il tempo di salvare la nostra casa!”, seguita da
alcune migliaia di rappresentanti di diversi Paesi ha
attraversato il centro di Katowice per recarsi nella zona della
conferenza e protestare contro i ritardi nella difesa del
pianeta dall’impatto del surriscaldamento climatico.