Polonia, lotta tra la vita e la morte Pawel Adamowicz il sindaco di Danzica accoltellato sul palco

L’attentatore è stato rapidamente arrestato dalle guardie di sicurezza e trascinato via dalla polizia. Non ha opposto resistenza. Secondo un portavoce della polizia di Danzica, si tratta di un residente di 27 anni. I media locali hanno riferito anche che l’uomo ha scontato più di cinque anni di carcere per quattro rapine a mano armata compiute in banca a Danzica. La sua salute mentale si sarebbe deteriorata notevolmente durante la sua permanenza in carcere, secondo la stampa polacca

image
Condividi

Il sindaco della città portuale polacca Danzica, Pawel Adamowicz, è stato gravemente ferito ieri con una coltellata ed è stato sottoposto a un intervento chirurgico di cinque ore: Adamowicz è vivo, ma non è ancora fuori pericolo, hanno riferito i medici. “Il paziente è vivo”, ha detto ai giornalisti Tomasz Stefaniak, il chirurgo che lo ha operato al Policlinico universitario locale, poco dopo le due del mattino, aggiungendo che “le sue condizioni sono molto, molto serie” e che “le prossime ore saranno decisive”.

Operato al cuore nella notte
Adamowicz è stato “operato al cuore e aveva altre lesioni al diaframma e agli organi della cavità addominale”, ha detto il medico. Durante l’intervento sono state necessarie 41 trasfusioni di sangue.

Sindaco di Danzica dal 1998, Adamowicz, 53 anni, è stato rianimato sul posto dell’attacco prima di essere trasportato in ambulanza all’ospedale universitario. L’attacco è avvenuto poco prima delle 21 di ieri, ora italiana, di fronte a poche centinaia di persone, su un palchetto preparato per l’atto finale di un’attività benefica destinata a raccogliere fondi per un’organizzazione che finanzia l’acquisto di attrezzature ospedaliere.

“Ho saputo che i medici sono riusciti a ripristinare la funzione cardiaca di Adamowicz, che è stato gravemente ferito. Spero che ci sia speranza, le sue condizioni rimangono gravi”, ha scritto su Twitter il presidente polacco, Andrzej Duda, poco dopo l’aggressione.

L’attentatore, 27 anni, reduce dal carcere
L’attentatore è stato rapidamente arrestato dalle guardie di sicurezza e trascinato via dalla polizia. Non ha opposto resistenza. Secondo un portavoce della polizia di Danzica, si tratta di un residente di 27 anni. I media locali hanno riferito anche che l’uomo ha scontato più di cinque anni di carcere per quattro rapine a mano armata compiute in banca a Danzica. La sua salute mentale si sarebbe deteriorata notevolmente durante la sua permanenza in carcere, secondo la stampa polacca.

Il video drammatico
Una registrazione video dell’attacco, pubblicata su YouTube, mostra l’uomo fare irruzione sul palchetto. Dopo avere attaccato il sindaco con un grosso coltello, si vede l’attentatore gesticolare trionfante, alzare le braccia e agitare la sua arma. Quindi, afferrare il microfono per annunciare di essere stato ingiustamente imprigionato dal precedente governo centrista della Piattaforma Civica (PO), che l’avrebbe “torturato”. “Ecco perché Adamowicz muore”, ha aggiunto.

Renzi: “No all’odio in politica”
“Il sindaco di Danzica Pawel Adamowicz e’ stato accoltellato ieri nella sua citta’. Pawel e’ uno dei personaggi piu’ popolari dell’opposizione polacca. In attesa di conoscere dagli investigatori che cosa sia davvero successo e quali siano le ragioni di questo folle gesto, tutti noi dobbiamo riflettere su cosa accade alla politica quando prevale un clima di odio, quando la violenza verbale si trasforma in violenza fisica. Stanotte quel coltello non ha ferito solo un uomo ma la nostra stessa idea di Europa. Guai a chi sottovaluta. Intanto preghiamo e facciamo il tifo per Pawel”. Cosi’ Matteo Renzi, su facebook.

Condividi