Battlefield V con DLSS provato. Come cambiano le prestazioni – Tom’s Hardware Italia

Battlefield V guadagna il DLSS. Abbiamo fatto qualche test con le schede RTX per vedere come cambiano prestazioni e qualità dell'immagine.

Nelle scorse ore Nvidia ha pubblicato i driver GeForce 418.91 WQHL introduce il supporto DLSS in Battlefield V e abilitare il ray tracing e il DLSS in Metro Exodus. Salgono così a due i giochi con supporto alle due tecnologie usabili solo dalle schede GeForce RTX, ma altri ne arriveranno nei prossimi mesi.

Nei prossimi giorni testeremo Metro Exodus (se volete sapere com’è il gioco, qui la recensione), ma abbiamo colto l’occasione dell’arrivo dei nuovi driver per verificare l’impatto del DLSS su Battlefield V.

Per chi ancora non lo sapesse, il Deep Learning Super Sampling (DLSS) è una nuova tecnica di rendering che si affida a una rete neurale profonda per estrarre caratteristiche multidimensionali di una scena renderizzata e combinare in modo intelligente i dettagli da più immagini (frame) per costruire un’immagine finale di alta qualità.

Questo permette alle GPU Turing di usare metà dei campioni (sample) per il rendering e di usare l’intelligenza artificiale per colmare l’informazione e creare l’immagine finale (sfruttando i Tensor core). Alla fine si ottiene quindi un’immagine con una qualità migliore o analoga ad altre tecniche di anti-aliasing (Nvidia cita il TAA, Temporal Anti-Aliasing), ma con prestazioni di gran lunga superiori.

Qual è l’impatto del DLSS in Battlefield V? Decisamente buono, almeno sul fronte delle performance. Abbiamo svolto dei test con una RTX 2080 Ti e una RTX 2060 (su piattaforma con Core i9-9900K), osservando decisi miglioramenti prestazionali nel raffronto tra TAA Alto (dettagli Ultra, ray tracing compreso) e DLSS. La RTX 2080 Ti è passata da un frame rate medio sotto i 50 fps a quasi 70 fps in 4K.

Allo stesso modo abbiamo visto un salto deciso verso i 60 fps con la RTX 2060 a 1440p, mentre il passo in avanti è meno deciso, ma c’è, in Full HD.

Sul proprio sito Nvidia parla di un balzo in avanti medio del 40% delle prestazioni in BFV con DLSS attivo, ma come potete vedere dai nostri numeri, il dato può cambiare in base alla GPU e alla risoluzione. Diciamo però che 40% come valore di massima generale ci può stare.

In Battlefield V il DLSS è attivabile insieme a DirectX Ray Tracing a risoluzione 4K con tutte le GPU GeForce RTX, a 2560×1440 pixel con tutte le RTX salvo la 2080 Ti e in Full HD solo con la RTX 2060 e la RTX 2070.

Ciò che però ci lascia un attimo perplessi è la qualità della grafica applicando il DLSS. A 1440p e 4K si vede meno grazie al maggior numero di pixel, ma come potete osservare in questi screenshot realizzati in Full HD, sembra che l’applicazione del DLSS porti una sorta di patina, un effetto sfuocato, sulla grafica di gioco. Si vede soprattutto sulla neve della seconda immagine o sulle pozze d’acqua della quarta immagine.

È qualcosa che auspichiamo Nvidia migliori in futuro, come già fatto per le prestazioni in ray tracing in questi mesi. A sinistra potete vedere l’immagine senza DLSS ma con TAA alto, mentre a destra quella con DLSS.