Bari, da Bersani a Vasco nella play list per il ballo di San Valentino a largo Albicocca

L’artista più richiesto è stato finora Samuele Bersani: gli innamorati baresi hanno selezionato i brani del cantante romagnolo da “Giudizi Universali” a “Spaccacuore” per il ballo di San Valentino. Ma nella playlist indicata online dai partecipanti compaiono anche Vasco Rossi con “E…”, Elton John con “Your song”, Claudio Baglioni con l’intramontabile “Mille giorni di te e di me” e Gino Paoli con “Una lunga storia d’amore”. Tutto pronto per l’appuntamento alle 19 del 14 febbraio in largo Albicocca, a Bari vecchia, per il ballo con il gioco della spazzola. L’iniziativa promossa dal Comune di Bari come “un’occasione per stare insieme, divertirsi e vivere la giornata dedicata all’amore con una festa di comunità” si terra in quella che è stata ribattezzata la piazzetta degli innamorati, riqualificata due anni fa grazie al contributo di Ikea.

L’evento è aperto a tutti, coppie e single: “per partecipare basta raggiungere largo Albicocca e aver voglia di condividere un momento di leggerezza sulle note delle più belle canzoni di sempre” specifica il Comune in una nota. Nel corso della serata ci sarà spazio anche per un flash mob swing con la performance di lindy hop a cura di Andrea Martinucci e Francesca Caggiano, che ci porteranno nella swing era della Harlem degli anni ’20 e ’30 grazie ai ritmi incalzanti della musica. Sull’evento facebook lanciato dalla pagina del Comune di Bari i partecipanti hanno indicato i brani che desiderano ascoltare e che comporranno la playlist della serata.

“Un grande ballo, aperto a tutti, non solo a persone in coppia, perché San Valentino è soprattutto la festa di chi ama – spiega il sindaco Antonio Decaro – . Ogni occasione è buona per stare insieme, per fare comunità e per trascorrere una serata in uno dei luoghi che più si è caratterizzato negli ultimi anni. A rendere frizzante l’atmosfera della serata ci sarà la “spazzola” che ci permetterà di scombinare le coppie e di far ballare davvero tutti”

© Riproduzione riservata