Champions League, Benzema entra nel "club dei 60". Adesso insegue la leggenda Raul

I due alieni là davanti sono praticamente imprendibili, ma per il terzo gradino del podio c’è ancora speranza e ad occuparlo non è certo uno qualsiasi. Nella notte in cui il Real Madrid supera l’Ajax (2-1 ad Amsterdam) iniziando a vedere i quarti, Karim Benzema segna il suo gol numero 60 in Champions League e si mette all’inseguimento di una leggenda della Casa Blanca, il grande Raul.

Solo in 4, infatti, possono vantare l’appartenenza all’esclusivo “club dei 60”, riservato a coloro che nell’era della moderna Champions League hanno superato quota 60 gol nel torneo. Irraggiungibili, come detto, Cristiano Ronaldo, che con i suoi 121 gol ha addirittura doppiato il traguardo, e Leo Messi, a quota 106. Il terzo posto, però, è alla portata del francese, visto che Raul si è fermato a 71 reti.

A Benzema, insomma, potrebbe bastare un’altra edizione della Champions (difficile che riesca a raggiungere Raul in quella in corso: anche arrivando alla finale avrebbe a disposizione solo 6 gare), che sarebbe la numero 15 per lui. Esattamente come Raul, che i suoi 71 gol li ha infilati in 14 stagioni con il Real Madrid (con 66 centri) e in una nello Schalke04 (5 reti nel 2010/2011). Dieci, invece, con questa, le annate di Champions in maglia Real per Benzema, impreziosite da 47 gol ai quali vanno a sommarsi i 12 (in 4 stagioni) con il Lione. Massimo raccolto stagionale nel 2011/2012, con 7 gol in 11 partite, per il resto Benzema ha fatto della costanza realizzativa l’arma con cui ha raggiunto il traguardo dei 60, visto che non si contano picchi particolari nemmeno nelle ultime tre annate, finite in trionfo per la squadra ma con al massimo 5 reti per lui. Ma le 11 che lo separano da Raul adesso potrebbero rappresentare un ulteriore stimolo.