Cultura: al via lavori della task force Copernicus per la tutela del patrimonio con i satelliti

Al via i lavori al Mibac della task force istituita per studiare l’uso dei satelliti nella tutela del patrimonio culturale. Si è tenuta oggi nella Sala Emeroteca del Collegio Romano, “la prima riunione della Copernicus Cultural Heritage Task Force, istituita per assicurare lo sviluppo e l’uso nel settore dei beni culturali di applicazioni satellitari finalizzate alla tutela e alla conservazione del patrimonio culturale“, spiega il Mibac in una nota. Nel corso della riunione, che ha visto la presentazione di una best practice a cura del direttore del Parco Archeologico del Colosseo, Alfonsina Russo, “è stata approvata, all’unanimità, la Road Map della task force che prevede di concludere i lavori entro il prossimo mese di giugno“.
All’incontro, presieduto dal segretario generale, Giovanni Panebianco, sono intervenuti, oltre all’’ammiraglio Carlo Massagli, consigliere militare del presidente del Consiglio e responsabile della struttura di coordinamento per le politiche relative allo spazio, all’aerospazio e ai correlati servizi applicativi, Oriana Grasso, in rappresentanza della commissione europea, nonché i delegati di Cipro, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Malta, Olanda, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia, Gran Bretagna, ed esperti dell’Ispra, del Cnr e della comunità scientifica ed accademica.