Il consigliere regala le frittelle ai bambini: ‘Solo a quelli italiani’. – Oggi Treviso

Frittelle gratis ai bambini, ma solo a quelli italiani. Sta facendo discutere l’iniziativa prevista per venerdì 15 febbraio del consigliere comunale di Mantova Luca De Marchi. L’uomo, di Fratelli d’Italia, ha annunciato che venerdì pomeriggio sarà al luna park per distribuire frittelle gratis a tutti i bambini italiani. I figli di genitori di origine extracomunitaria resteranno a guardare.

Sulla Gazzetta di Mantova è stata riportata la conferma del consigliere, che ha annunciato che “sarà presente allo stand presso il luna park per la distribuzione di frittelle, dolce tipico della tradizione mantovana, destinate solo ai bambini italiani”. Il motivo? "I figli di persone immigrate hanno già troppi benefit – ha spiegato De Marchi - e non si meritano le frittelle. Puntiamo lo sguardo sulle famiglie extracomunitarie che, in realtà, godono, per quanto riguarda l’infanzia, di numerose agevolazioni, mentre le famiglie mantovane troppo spesso devono rinunciare ai momenti di svago con i figli perché subissate di pensieri riguardanti le difficoltà finanziarie”.

Ecco quindi che, per par condicio, ai figli dei 100% italiani, venerdì verranno regalate delle frittelle. Non è chiaro come il consigliere distinguerà i bimbi italiani: i figli di albanesi o macedoni nati e cresciuti in Italia non hanno tratti somatici così distintivi. Sarà il colore della pelle il metro di misura per il diritto a una frittella? O sarà chiesta ai piccoli la carta di identità? Sicuramente ci saranno gruppetti di bambini di diversa provenienza: come spiegherà loro che alcuni hanno diritto alla frittella e altri no? E se un bimbo è nato e cresciuto in Italia da genitori italiani di origine africana? Una cosa è certa: il consigliere avrà il suo bel da fare per capire la provenienza dei genitori di ogni bambino che chiederà una frittella. E sarà anche difficile spiegare ai piccoli perché alcuni se le meritano ed altri proprio no.

L'iniziativa non è piaciuta a nessuno. Nemmeno al leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. "Mi dissocio nella maniera più categorica dall’iniziativa presa dal consigliere de Marchi a Mantova, che lede l'immagine di Fratelli d’Italia – ha dichiarato la Meloni in una nota -  Il consigliere la annulli immediatamente e porga scuse pubbliche o saremo costretti a prendere provvedimenti nei suoi confronti". 

foto dell'autore

SEGUIMI SU: