Radu, contro il Siviglia la sua 338esima presenza: il romeno aggancia D'Amico

© foto www.imagephotoagency.it

Quella di domani contro il Siviglia sarà la 338esima presenza di Stefan Radu con la maglia della Lazio: il romeno raggiunge D’Amico

L’avventura di Stefan Radu con la Lazio dura ormai da undici anni. Esordì con la maglia con l’aquila sul petto nel 2008 in un match contro la Fiorentina, e decise di non togliersela più, diventando – oltre che un vero leader – un tifoso in campo. Il senatore biancoceleste, domani contro il Siviglia, centrerà la sua 338esima presenza con la prima squadra della Capitale, agganciando D’Amico nella classifica dei laziali più presenti nella storia del club. Se poi, scrive il Corriere dello Sport, dovesse far parte dell’undici di Inzaghi anche domenica contro il Genoa, il romeno entrerebbe di fatto nella top5, raggiungendo anche Marchegiani.

FUTURO – Distante di qualche lunghezza c’è Aldo Puccinelli, a quota 342, mentre sono più lontani Negro, Wilson e Favalli, rispettivamente a quota 376, 394 e 401. Radu ha un contratto che lo lega alla Lazio fino al 2021: se si confermasse a questi livelli, raggiungere la vetta non sarebbe impossibile. Altre due stagioni potrebbero dare al difensore la possibilità di collezionare altre 64 presenze, arrivando così al primato assoluto, mettendo la ciliegina sulla torta ad una carriera dedicata, quasi interamente, alla Lazio, per la quale fu disposto a rinunciare anche alla Nazionale.