Rieti e il primo successo dell'era Capuano: «Vittoria chiave, squadra molto più propositiva»

MIster Ezio Capuano (Foto Meloccaro)

RIETI – Non ha seguito la squadra a Vibo Valentia, ma ha vissuto la partita da casa, trepitando di fronte al monitor del computer, Riccardo Curci, il presidente-patron di un Rieti che ora a quota 22 punti torna a respirare e soprattutto ad allenatare quel pò di pressione che la classifica stava esercitando sulla squadra, per stessa ammissione del vice di Capuano, Mimmo De Simone, il quale domenica scorsa nella conferenza stampa post-Sicula Leonzio aveva fatto emergere questo particolare. 

«E’ una vittoria importantissima – sottolinea Curci al triplice fischio – Rispetto alle ultime uscite, ho visto una squadra molto più propositiva, che ha saputo interpretare bene la gara sin dal primo minuto. Le espulsioni chiaramente possono averci agevolato, ma va detto che in entrambi i casi l’arbitro non ha avuto esitazioni ad estrarre il cartellino rosso, di conseguenza credo che abbia ravvisato delle infrazioni, anche perché tutto sommato non è stata una gara spigolosa. Il rigore? A dire il vero, per la tensione gli ultimi cinque minuti non loi ho visti  – racconta con tono disteso e sorridente – però mi è stato detto che c’era. Ora pensiamo alla partita di lunedì sera contro il Trapani perchè sarà un’altra battaglia».

Dalla soddisfazione di Curci, a quella di Capuano, che inanella il terzo risultato utile consecutivo, dopo i pareggi con Cavese e Sicula Leonzio ed il secondo “clean sheet” di fila, con Marcone imbattuto da 180′. «Abbiamo fatto una grande prestazione contro una squadra forte – dice il tecnico – Lo avevo detto anche nel pre-gara e per questo debbo fare i complimenti ai ragazzi».

Sulla prima espulsione, quella che di fatto ha indirizzato il match consentendo al Rieti di tornare in campo nella ripresa in superiorità numerica, Capuano è sicuro: «Rosso sicuro, l’arbitro non ha avuto dubbi ed ha estratto il cartellino».

Poi torna a parlare dei suoi giocatori e sottolinea come «le squadre di Capuano concedono davvero poco, siamo venuti con il piglio della grande squadra, siamo stati compatti e razionali. Abbiamo vinto su un campo difficilissimo contro una squadra molto forte. Sono soddisfatto per come abbiamo affrontato l’impegno: il primo tempo, specialmente, è stato un belvedere, poi nella ripresa l’abbiamo chiusa. Padroni del campo per 90′ concedendo davvero poco alla Vibonese, grazie ad una prestazione eccellente sotto l’aspetto tattico. Posso essere arrabbiato per la gestione del vantaggio visti anche i cambi immediati: dovevamo far girare meglio la palla. Nelle ultime 3 partite solamente un gol subito, un segnale importante che ripaga il lavoro di questi ragazzi. Oggi finalmente siamo stati una squadra. La salvezza? Equivarrebbe ad un campionato vinto». Ultimo aggiornamento: 17:56

© RIPRODUZIONE RISERVATA