Robi Zonca: “Io, bassista di Mia Martini negli anni bui, ricordo ciò che ha vissuto” – BergamoNews.it

Robi Zonca ricorda Mia Martini. Il musicista bergamasco in un post su Facebook ha scritto della sua collaborazione artistica con la cantante: è stato suo bassista negli anni bui in cui le venivano indirizzate cattiverie e stupide maldicenze dicendo che portava sfortuna.

L’occasione per parlare di questa straordinaria interprete è stata la trasmissione di “Io sono Mia”, film biografico dedicato proprio a lei andato in onda martedì 12 febbraio in prima serata su RaiUno. La pellicola è stata proposta in tv a circa un mese dall’uscita al cinema ottenendo un grande successo: ha stravinto gli ascolti conquistando 7.727.000 spettatori pari al 31% di share.

A interpretarla Serena Rossi che, con la regia di Riccardo Donna, l’’ha fatta rivivere ripercorrendone la vita con notevole intensità.

Nel suo post su Facebook, Robi Zonca ha commentato: “Ieri ho guardato in TV con curiosità la storia di Mia Martini. Ho avuto il piacere e la fortuna, umana e musicale, di essere stato il suo bassista negli anni bui e mi sono tornate in mente un sacco di situazioni in cui, soprattutto colleghi musicisti, la netta maggioranza dei musicisti, quando gli dicevo che suonavo con lei, con Mia Martini, scandendo sempre il suo nome per intero, facevano gesti scaramantici, dicevano: “ah suoni con l’innominabile” e l’impressione era sempre che facessero così per seguire la moda e sentirsi parte del giro, dell’ambiente… questo a conferma che essere maggioranza non è mai sufficiente per essere nel giusto. Anzi! io, tendenzialmente, cerco sempre di evitare la polemica, smussare gli angoli e buttarla sul ridere, ma in quei casi era davvero impossibile e non ho mai mandato a f°°°°°o tanta gente come in quel periodo”.