Chianti, gli studenti scioperano in massa per il clima e l'ambiente

Chianti, 14 marzo 2019 – Saranno centinaia gli studenti delle scuole del Chianti, di vario ordine e grado, che venerdì 15 dalle ore 10, affolleranno le piazze dei Comuni di Barberino, Tavarnelle, Greve e San Casciano per scioperare contro i cambiamenti climatici. Ispirati dall’azione dirompente di una sedicenne che ha scosso il mondo, quella di Greta Thunberg, i bambini e i ragazzi delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo grado del Chianti Fiorentino si uniranno alla voce dell’adolescente svedese nella lotta per salvare l’ambiente richiamando l’attenzione pubblica sul tema dello sviluppo sostenibile.

Marce per le vie, presidi nelle piazze e riflessioni condivise con gli adulti, amministratori comunali, esperti e cittadini. I ragazzi saranno anche protagonisti di performances, campagne di sensibilizzazione e flash mob. “Il mondo è in pericolo ed è necessario salvarlo”. È così che gli studenti dell’Istituto comprensivo Don Milani di Barberino Tavarnelle, dell’Istituto comprensivo di Greve in Chianti e dell’Istituto comprensivo il Principe di San Casciano, hanno scelto di aderire alla manifestazione Friday for future e dimostrare il loro impegno contro la crisi climatica e il riscaldamento globale.

A San Casciano, l’Ippolito Nievo partirà alle ore 10 dalla sede della scuola (via della Libertà) e darà vita ad un consistente corteo di studenti diretto ai giardini di piazza della Repubblica. La manifestazione farà tappa in via Machiavelli, di fronte al Palazzo comunale, per confrontarsi con l’assessore all’Ambiente Consuelo Cavallini. L’iniziativa è curata dalla professoressa Ursula Dollfus.

A Greve in Chianti lo sciopero per il clima si moltiplicherà contemporaneamente in piazza Matteotti e nei plessi di Panzano, San Polo e Strada con la partecipazione attiva di centinaia di bambini e ragazzi delle primarie e della secondaria. Dalle ore 11 gli allievi illustreranno in piazza Matteotti le loro considerazioni al sindaco Paolo Sottani e all’assessore Maria Grazia Esposito, successivamente incontreranno alcuni esperti presso la Casa del Popolo di Greve dove è prevista anche la proiezione del documentario diretto da Leonardo Di Caprio Punto di non ritorno – Before the Flood.

Nel Comune di Barberino Tavarnelle la creatività e l’attenzione alle tematiche ambientali di una classe della secondaria Il Passignano hanno trascinato decine di studenti della media e di altri plessi del territorio, tra cui le primarie di Barberino, Tavarnelle e San Donato. I ragazzi, coordinati dagli insegnanti Priscilla Pieralli e Giovanni Pinto, hanno messo in piedi un vero e proprio gruppo di lavoro che da diverse settimane si occupa di ambiente, declinando la materia di studio sul fronte della sostenibilità e della conoscenza delle problematiche globali, attraverso un approccio multidisciplinare e partecipativo. Gli studenti “incroceranno i grembiuli” dalle ore 10 con l‘obiettivo di sensibilizzare la comunità sui cambiamenti climatici. Parleranno per motti “Il mondo è nostro” e hashtag, #salviamoci, marceranno dal piazzale Allende a piazza Matteotti dove saranno allestiti cartelloni, campagne di informazione, flashmob e interventi animati da pennellate di colore su lenzuoli bianchi, per firmare il proprio impegno a favore dell’ambiente, ed esibizioni musicali.

Ilaria Biancalani