'La Cupola non cambiò i risultati': una sentenza può riaprire Calciopoli

E’ arrivata da Napoli, la notizia. E a riportarla è stato, questa mattina, Il Fatto Quotidiano. Sulle pagine del giornale del direttore Marco Travaglio, si legge che “una sentenza della Corte di Appello civile di Napoli riapre Calciopoli”. In pratica, i giudici hanno rifiutato il risarcimento alla scoietà Victoria 2000, all’epoca socio unico del Bologna che retrocesse in B nel 2005. Anni in cui, Moggi e i suoi collaboratori erano a capo della Juventus. 

LA STORIA – Cosa c’entra il club rossoblù con la Juve? Gazzoni Frascara, all’epoca presidente dei felsinei, aveva denunciato Moggi, la Juventus, la Fiorentina e i Della Valle, oltre agli arbitro De Santis e Pairetto, chiedendo un risarcimento per la retrocessione che aveva svalutato la sua società. Su quella retrocessione, per i giudici, il sistema Calciopoli non avrebbe influito. E soprattutto, che l’arbitro Tiziano Pieri non avrebbe favorito la Juve nello scontro tra le due squadre…