Apu – Cagliari 57-56 dopo i primi 30'

Con lo sguardo già proiettato alla seconda fase, l’Apu affronta, in un Carnera come sempre gremito, Cagliari dell’ex Ousmane Diop, con l’obiettivo di continuare a crescere in vista dei play-off. Missione decisamente non compiuta per i friulani, che fanno un passo indietro e sono costretti a cedere per 68-70 al termine di un match in equilibrio fino alla fine.

LA CRONACA. E’ Simpson a sbloccare le marcature, dalla lunga, dopo oltre 1’30” di studio, seguito da Miles (3-2). Ancora una bomba per Udine, firmata Penna, a cui replica Janelidze (6-4). Primo centro anche per Pellegrino, a cui risponde, con un bis, Janelidze (8-8, quando sono trascorsi 4′). Ancora testa a testa con Pellegrino e Johnson, prima del doppio canestro di Powell (14-10, a 4’20” dalla prima sirena). Bello scambio per la Gsa, con Pellegrino che manda a segno con Cortese (16-10), mentre la Hertz litiga con il canestro. Powell non sbaglia, ma Johnson ribatte dalla lunga (18-13, a 2’50”). Pellegrino e Powell colpiscono ancora, prima della risposta di Piccarelli (22-15). Assist di Powell che manda a segno Mortellaro, ma un errore consente anche a Bucarelli di segnare. L’ultimo minuto scorre senza ulteriori emozioni e il primo quarto si chiude sul 24-17.

E’ Diop a sbloccare le marcature, ma Powell risponde subito al colpo (26-19). Bucarelli manda in lunetta per i primi liberi del match friulano Mortellaro, che fa uno su due. Allegretti, dalla lunga, riporta sotto Cagliari (27-24). Al centro di Mortellaro ribatte, ancora da tre, Rullo (29-27), costringendo coach Martelosso a chiamare minuto. Si riparte con il fallo di Pellegrino che spedisce in lunetta Diop (uno su due per lui). Il cronometro scorre con errori su entrambi i fronti, prima della tripla di capita Pinton (32-28) e del nuovo time-out per Cagliari, a 5′ dalla pausa lunga. Centro aggiustato da Powell, che porta l’Apu su 34-28, a 4′ dalla sirena. Dopo tanti sbagli, è Janelidze a rimettere in moto il tabellino, seguito da Pellegrino. Ma Cagliari non molla e trova la bomba con Miles e il centro di Johnson (36-35 a 2′ dal termine). Proprio Johnson manda ai liberi Pellegrino, che fa zero su due, ma si riscatta nell’azione successiva con un semigancio (38-35). Fallo di Penna su Miles, che realizza un libero e, a stretto giro, va di nuovo a segno da sotto le plance, consegnano alla Hertz la parità sul 38-38. C’è ancora spazio per il canestro (stoppato, ma convalidato) di Cortese, che chiude il quarto sul 40-38.

Udine si affida ancora a Powel, che apre i giochi dalla lunga (43-38). La risposta di Johnson arriva quasi due minuti dopo, sempre dalla distanza, prima del centro da sotto che rimette in pari le cose (43-43). E’ ancora Powell a riportare avanti la Gsa, con una tripla. Si continua a sbagliare molto, mentre il cronometro scorre. Si sblocca anche Simpson, dall’angolino, ma Janelizde risponde (48-45). Pellegrino trova canestro e fallo (51-45, quando sono strascorsi 4’30”). Ancora Pellegrino di gancio, prima del centro di Miles (53-47, quando mancano 4’10”). Powell serve alla perfezione Pellegrino (55-47), prima di uno scambio di vedute tra il numero 29 friulano e Bucarelli, che costa un fallo a entrambi. Dopo il time-out chiesto da Cagliari, entrambe le formazioni litigano con il canestro, prima della tripla di Rullo e del centro di Cortese (57-50, quando mancano 2’20”). Janelidze e Miles dalla lunga distanza tengono apertissimo il match, con il terzo quarto che si chiude sul 57-56.

Apre le marcature Miles, che non sbaglia dalla lunetta. Botta e risposta tra Penna e Miles da tre (60-61), che consegna il primo vantaggio ospite, quando restano 8’35” da giocare. Passano due minuti, prima del canestro di Rullo (60-63). Canestro stoppato e validato per Spanghero, a cui Miles replica immediatamente (62-65). Rullo manda in lunetta Powell, che non sbaglia (64-65, quando mancano 5′). Terzo fallo di Spanghero, nel giro di pochi minuti, che manda in lunetta Bucarelli (uno su due per lui).A segno Diop, per il 64-68, con i friulani che non riescono a riaccendere la luce. Brutto infortunio per Cortese, costretto a uscire dal campo a 3’21” dal termine. Sono ancora Pellegrino e Powell, in sequenza, a rimettere in moto il tabellone per Udine, che si riporta sul 68-68. Bella stoppata di Powell, ma l’Apu spreca l’occasione offensiva, quando manca un minuto. Doppio errore su entrambi i fronti, con Powell che è costretto al fallo su Johnson, a 8” dalla sirena: il primo non va, ma entra in secondo, che riporta Cagliari sul 68-69. Time out per coach Martelossi, che deve disegnare l’ultimissima azione a disposizione per riaprire la gara. Fallo di Picarelli, con 6” per la rimessa e il tiro. Il tentativo dalla lunga di Penna non va e Simpson commette fallo su Picarelli: dalla lunetta fa uno su due e regala il successo a Cagliari per 68-70.