Genoa Juventus, Allegri lascia a casa CR7: "deve riposare"

In campo Genoa-Juventus  LA DIRETTA

Niente Cristiano Ronaldo a Genova. Chi si aspettava di vederlo in campo anche a Marassi, cinque giorni dopo la trionfale notte di Champions, è rimasto deluso. Perfino un ‘mostro’ come CR7 va centellinato – pensa Allegri, che dopo la rimonta sui Colchonores sembra non avere più detrattori. “Abbiamo concordato il programma per le prossime 4 partite. – spiega il tecnico – Non ho dovuto convincerlo, era d’accordo anche lui”. Così il fuoriclasse portoghese non è nella lista dei convocati per la partita contro i rossoblu e potrà dedicare di nuovo un po’ delle sue preziose energie alla Selecao portuguesa.

In maglia bianconera il meglio dovrà darlo di nuovo nei quarti di Champions, contro la ‘rivelazione’ Ajax; oltre alla trasferta di Genova, quindi, salterà almeno un’altra delle prossime 4 partite in serie A. “Ha bisogno di recuperare perché ha giocato tanto – è la spiegazione del tecnico bianconero – Cristiano avrà anche un doppio impegno con la sua nazionale, portarlo in giro e farlo giocare era troppo rischioso, così ho preferito lasciarlo a casa. Lui è fisicamente a posto, ma ha pur sempre 34 anni”. Per il primo scontro con i lancieri olandesi, il 10 aprile ad Amsterdam, potrebbe esserci il rischio di una squalifica di CR7 per l’esultanza ‘spinta’ di martedì sera all’Allianz Stadium ma Allegri non vede nubi all’orizzonte: “Squalifica? No, assolutamente no. Dopo l’esultanza dei 42.000 allo stadio ci sarebbe da squalificarli tutti, non la vedo una cosa strana, ma solo un’esultanza e ognuno l’ha fatto a modo suo”.

CR7 non sarà l’unico assente tra i ‘big’ bianconeri, per quanto la partita con il Genoa rappresenti, in potenza, “una delle cinque vittorie che mancano” alla Juventus per trasformare il dominio sul campionato nell’ottavo scudetto consecutivo: “Chiellini potrebbe riposare, così come Matuidi, mentre in attacco mi resta il dubbio tra Mandzukic e Kean: se non giocherà dall’inizio, Moise sarà un cambio importante. In porta giocherà Perin, ma le buone notizie arrivano anche dall’infermeria: presto potremo riavere De Sciglio e Khedira”.