Moreno, 200 gol a disposizione di Allegri

Giacca e camicia, come il più esperto dei calciatori. Si era presentato così Pablo Moreno, lo scorso luglio, al suo arrivo alla Juventus. Giovanissimo, classe 2002, ma con un atteggiamento da veterano. Rigore e disciplina: i valori fondamentali appresi nella Masia del Barcellona. Anche talento e numeri incredibili, che hanno stregato la Juve. Non a caso, Allegri ha deciso di convocarlo per la sfida con il Genoa. Pablo Moreno siederà in panchina in attesa di un’occasione. Come quella già sfruttata dal suo collega Hans Nicolussi, che ha esordito in Serie A la scorsa settimana contro l’Udinese.

Oltre 200 gol segnati nel settore giovanile blaugrana da Moreno. Il Barcellona ci aveva visto lungo, quando all’età di 10 anni, l’aveva strappato al Granada. Sei anni di Masia, poi l’affondo della Juve e il volo diretto per Torino. Ventisei presenze, quattro gol e quattro assist: i numeri stagionali con la Primavera di Baldini per Moreno. Il giocatore è anche un punto fermo della nazionale spagnola U16. Classe 2002, attaccante esterno, veloce e tecnico: può agire da trequartista o seconda punta. Questo il suo identikit. E’ cresciuto nella cantera del Barcellona studiando Messi, oggi alla Juventus in allenamento impara da Ronaldo. “Special moments… learning”: la didascalia dell’ultima foto pubblicata su Instragam da Moreno, che lo vede correre alla Continassa vicino al fenomeno portoghese. A Genoa CR7 sarà assente per rifiatare, a sostituirlo (solo numericamente) in panchina ci sarà il giovane Pablo Moreno. Che non è certo “mister 100 milioni”. Ma mister 200 gol, sì.