Paquetá, il derby è nel destino: è il momento di prendersi il Milan

image


scritto da Nicolò Cammoranesi


Il vice Rizzo in settimana aveva anticipato che ci sarà riposo anche per lui. Ma in futuro. Non nel derby. E Lucas Tolentino non potrà farlo nemmeno durante la sosta delle nazionali, perché Tite lo ha convocato contro Panama e Repubblica Ceca. In palio c’è un posto nella Selecao che andrà in Coppa America.

IL DERBY DEI VERDEORO – C’è sempre stato un legame particolare che ha legato i colori rossoneri a quelli brasiliani. Paquetá è solo l’ultimo dei tanti carioca che vestito la casacca milanista e che in passato hanno spesso e volentieri fatto piangere i cugini interisti. Le pressioni ci sono e sempre ci saranno per i motivi succitati e perché i tifosi si aspettano tanto dai suoi piedi. In passato, Altafini, Amarildo, Cruz, Leonardo, Serginho, Kakà, Ronaldinho, Pato e Alex hanno lasciato il segno nel derby. Ora tocca a Lucas.

CENTROCAMPO POCO PROLIFICO – Se vogliamo trovare un difetto nei primi mesi del brasiliano in Italia potrebbe essere la scarsa incidenza in zona gol: per lui un gol e un assist. Ci si aspetta sicuramente di più. Gli altri due colleghi di reparto non hanno il gol nel sangue, perché a loro si chiede altro. Baka è ancora a zero, mentre Kessie a quota 4. Comunque, chiunque desidererebbe due “buttafuori” come loro: Paquetá ha infatti le spalle coperte dai due colossi e questo gli permetterà di prendersi maggiore libertà d’azione. Lo riporta la Gazzetta dello Sport.