Serie A, Torino-Bologna 2-3: Mihajlovic, che rivincita – Corriere dello Sport

La vendetta di Sinisa Mihajlovic si abbatte sul Torino, superato in casa 3-2 dal Bologna. Un successo che fa emergere i felsinei dalla zona salvezza, lasciando l'amaro in bocca ai granata: se l'accoglienza non è stata delle migliori per l'ex tecnico del Toro, con fischi che si sono mescolati agli applausi, la vittoria conquistata è stato un altro mattoncino nella costruzione della salvezza. Passato quasi subito in vantaggio con un tiro di Ansaldi deviato da Pulgar, il Torino si è spento, subendo il vivace e frizzante attacco bolognese. Nonostante il vantaggio granata dopo 6' e il ko di Dzemaili dopo 21' di gioco, i gol di Poli, subentrato proprio per Dzemaili, e il rigore di Pulgar hanno ribaltato il match.

Nella ripresa Sansone sembrava aver chiuso la partita, prima che Izzo la riaprisse nel finale: sforzo risultato vano. Strepitoso Palacio, vivace Orsolini anche se è limitante trovare il migliore di un Bologna apparso in gran spolvero: due i gol annullati, uno da Mariani e uno dal Var, che testimoniano la grande prova offensiva della squadra di Mihajlovic. Un ko pesante per i granata, che hanno rallentato dopo tre vittorie consecutive e sei risultati utili. Dopo il vantaggio di Ansaldi con deviazione di Pulgar, il Bologna non si è abbattuto, scaldando subito le mani di Sirigu con Orsolini. Il pareggio è arrivato di testa con il neo entrato Poli, in rete dopo soli 7' in campo: compatto in difesa e vivace in attacco, il Bologna di Mihajlovic ha continuato ad impegnare Sirigu, ottenendo grazie al Var un calcio di rigore per fallo di mano di Meité, trasformato da Pulgar. Dopo l'intervallo i granata hanno mostrato maggior intraprendenza, impegnando da distante Skorupski con un potente destro di Ansaldi, bissato qualche minuto dopo da Zaza. Mazzarri ha scelto il tridente inserendo Iago Falque al posto di Baselli. L'occasione più pericolosa al 20' con una conclusione dalla distanza di Rincon: dopo il gol di Sansone, nato dai piedi di Palacio ma annullato per fuorigioco dal Var dopo oltre 4' di attesa, è arrivato il terzo gol rossoblu, da una palla persa a centrocampo da Rincon, firmato da Orsolini. Passato alla difesa a 4 il Torino ha rischiato il quarto gol in contropiede. Dopo l'espulsione di Lyanco per doppia ammonizione, il gol di Izzo ha regalato pathos nei 6' di recupero: un tiro di Iago Falque, l'espulsione di Aina e tanta confusione hanno regalato il lieto fine al Bologna e un'altra delusione per il Torino.

CLASSIFICA SERIE A

TORINO-BOLOGNA 2-3: TABELLINO E STATISTICHE