Via della Seta, Moavero: "Memorandum con la Cina? Recuperiamo il divario con gli altri Paesi Ue"

Per quanto riguarda lʼacquisto degli F-35, il ministro degli Esteri ha sottolineato che “gli impegni presi vanno mantenuti, ma cʼè spazio per delle riflessioni”

Via della Seta, Moavero: "Memorandum con la Cina? Recuperiamo il divario con gli altri Paesi Ue"

Il presidente cinese, Xi Jinping, arriva in Italia “nel quadro di una rivisitazione e ristrutturazione complessiva del rapporto bilaterale tra Italia e Cina, che è una grandissima economia del pianeta”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Enzo Moavero, aggiungendo che quello asiatico è “un mercato per i prodotti di cui siamo esportatori” e che “dobbiamo recuperare il divario con altri Paesi europei”.

Con la Cina, ha aggiunto in merito alla Via della Seta, “stiamo parlando di un memorandum, parola latina che può confondere le acque, ma che indica una dichiarazione di intenti, la possibilità di eventuali discussioni dei campi sui quali, se e quando si vorrà, ci si potrà confrontare”.

Per quanto riguarda poi gli F-35, Moavero ha sottolineato che “sono aerei dei quali è stato previsto l’acquisto per l’ammodernamento delle nostre forze armate e rappresentano un impegno contrattuale. Io sono del parere che gli impegni assunti vanno mantenuti, anche se come in tutti i contratti c’è spazio tra i contraenti per delle riflessioni”.

F35, M5s: “Bene Moavero sull’apertura a una riflessione” – “Siamo felici che anche il ministro Moavero concordi sull’aprire una riflessione in merito al programma degli F35, nel rispetto degli impegni già assunti e su cui l’Italia non si farà parlare dietro”. Così fonti governative del M5s commentando le dichiarazioni del titolare della Farnesina sul programma degli F35.

CinaEnzo Moavero MilanesiVia della SetaUe