Il tassista abusivo che adescava davanti all’Old Fashion: «Forse altre vittime» La tecnica|Video

Il silenzio del colpevole Quando l’hanno preso, questo trentenne albanese è stato zitto. Convinto magari della propria impunità. La sua parola contro quella delle ragazze che l’hanno riconosciuto negli album foto-segnaletici mostrati dai poliziotti. Ma gli converrà, se vuole difendersi o quantomeno almeno provarci, che ritrovi la voce. Contro di lui, a seguire l’impianto accusatorio …

L’occhio vede macchie scure e figure distorte? Fate una visita (gratis)

9 novembre 2017 – 19:27 Contro la degenerazione maculare esistono terapie efficaci, ma se non viene adeguatamente trattata può portare a una grave riduzione della capacità visiva e a una severa distorsione della visione, che possono compromettere la qualità di vita di chi ne soffre. Pochi connazionali sanno riconoscere i sintomi, per questo il Centro …

Milano, l’autista del metrò frena  di colpo: tutti finiscono a terra

Si sono ritrovati tutti a terra. Tutti insieme. Qualcuno ha sbattuto contro i sedili, altri contro i corrimano, «mi stavo tenendo a una maniglia — ha raccontato una donna — ma lo strattone è stato talmente forte che ho comunque perso l’equilibrio e non ce l’ho fatta a reggere la presa. Mi fa male un …

9 problemi di salute che l’alito cattivo può segnalare

22 gennaio 2018 – 19:22 Avere l’alitosi è imbarazzante, lo sappiamo. Ma un rapido test del respiro può a volte addirittura salvare una vita: ad esempio il disturbo potrebbe dipendere da un cancro allo stomaco nelle sue fasi iniziali. Ecco i fattori più comuni che scatenano le reazioni responsabili del respiro «pesante» Scheda 1 di …

Perché nel pozzo c’era  l’argon? Il mistero della morte dei 4 operai Foto

shadow carousel In pochi secondi Significa che un gas «pesante» ha ristagnato nella «fossa», l’ha completamente riempita (come fosse una vasca piena d’acqua), e dunque l’elettricista Marco Santamaria, il responsabile di produzione Arrigo Barbieri e l’operaio Giuseppe Setzu, una volta scesi i pochi gradini della scaletta, sono «svenuti immediatamente». E sono morti «in pochissimi secondi» …